KM 800: Superiamo i 5000 rpm

I primi 800 Km sono stati molto calmi, adesso però vediamo di scioglierla un pochettino.

Il libretto di istruzioni della moto parla chiaro:

  • Fino ai primi 800 chilometri di percorrenza guidare la moto fino ai 5000 rpm
  • Oltre gli 800 chilometri la si può guidare fino ai 7500 rpm
  • Oltre i 1600 chilometri la si può guidare fino ai 10000 rpm

Questa moto ha dell’incredibile, si comporta come una perfetta tuttofare. Fino ai 5000 giri al minuto il motore si presenta dolce con quel pizzico di aggressività, la sua velocità si ferma ai 116 Km/h ma a raggiungerli è un attimo. Rapida nei sorpassi, docile per le passeggiatine.

Oltre quella soglia però la moto presenta il lato aggressivo. Non esiste un vero e proprio limite motore, il limite devi porlo tu, e io seguendo il libretto di istruzioni mi sono imposto quello dei 7.500 giri al minuto.

La moto si presenta cattivissima, basta un minimo di disattenzione per ritrovarsi ai 160 Km/h senza nemmeno sapere dove e quando. Sarà una caratteristica delle moto in generale? Questo non lo so, fatto sta che questa moto si fa sentire anche dalle colleghe più grandi. Fino a quella velocità si riesce ad essere competitivi con qualunque veicolo.

Sono quasi convinto che superata la soglia dei 1.600 chilometri questo mezzo, con tanta manualità, può dare filo da torcere sui circuiti stretti a chiunque.

Descrizione a parte. Il bello di questa moto non è solo quella della velocità, ma anche quella della guida lenta e morbida. La moto è rilassante, e guidata sotto ad un certo numero di giri consuma veramente poco. Ho toccato la soglia dei 350 Km con un pieno di benzina (da pieno a lampeggio riserva).

Ride safe.

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *