KM 502: Primo disastro

Cosa provi quando ti casca la moto come una pera cotta? Tutto tranne che alla pace nel mondo.

Ti cascasse durante una curva, perché a terra è scivoloso, perché ti tagliano la strada, perché becchi qualcosa che è fuori il tuo controllo, è una cosa, ma quando casca da fermo perché sei un coglione veramente spaccheresti di tutto.

Dopo appena 502 KM di vita mi è cascata la moto, da fermo. I suoi danni?

  • Leva del freno anteriore, spezzata
  • Peso terminale manubrio destro, graffiato
  • Ghiera cromata del faro, leggermente graffiata
  • Protezione destra del radiatore, spaccata
  • Radiatore, leggermente piegato e spostato a destra
  • Pedalina destra, leggermente piegata
  • Protezione scarico, leggermente graffiata

Tutto leggermente. Leggermente, vaffanculo.

I danni sono rilevanti. Per quanto possa essere tutto leggermente rovinato ti rode tantamente il culo. La carrozza, il telaio, il motore e le parti meccaniche sono totalmente integre, per fortuna.

Ho provato a “sistemare” la leva del freno con dell’acciaio liquido, ma a poco è servito perché alla prima pressione si è rispezzata di nuovo. Va quindi cambiato tutto. Dopo solo appena 502 chilometri di percorrenza.

Pazienza.

Le uniche cose che sono riuscito a “riparare” è stato passare della vernice lucida sul peso del manubrio, e raddrizzare il radiatore.

Adesso bisogna solo organizzarsi per sistemarla.

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *