La dimostrazione che se vogliono fare auto intelligenti, le fanno davvero, peccato che noi non le vedremo

Sinceramente aspettavo con tanta ansia l’arrivo di un prodotto del genere sul mercato, perché questo prodotto fa la barba a tutti coloro che considerano la propria auto intelligente solo perché hanno all’interno uno schermino e alcuni sistemi automatizzati.

La Daihatsu presenta per il solo mercato Giapponese la riesumazione del Taft, che una volta era un fuoristrada, ma oggi si presenta come piccolo crossover cittadino con tutto ciò che serve per viversi con comodità la città ogni giorno.

La macchina ha un disegno estetico molto discutibile, che può piacere come non può piacere. A me, sinceramente non piace, ciò che mi fa pensare è che ha tutto quello che serve per renderla l’auto cittadina intelligente al 100%.

Per prima cosa, queste sono alcune specifiche tecniche (quelle che interessano a me) di questa piccola citycar

Qualche specifica tecnica

Lunghezza 3,4 m
Larghezza 1,48 m
Altezza 2 m
Peso 830 Kg
Cubatura motore 660 cc 3 cilindri
Prezzo 10.850 Euro

Basta, mi fermo qui con le specifiche tecniche, perché bastano questi 6 numeri per distruggere l’intero mercato automobilistico europeo.

Un motore da 660cc che spinge un peso complessivo di 830 Kg di auto.

E niente. Già non c’è altro da dire. Hanno capito, finalmente, che un’auto con un peso ridotto può anche essere equipaggiato con un motore molto piccolo e portarvi ugualmente ovunque consumando poco, e quindi inquinando poco.

E già qui mi vien da pensare a tutti coloro che vanno quotidianamente al lavoro, facendo 30 Km (andata + 30 Km per il ritorno) a bordo di auto che pesano mediamente 2 tonnellate, dimensioni assurde e gomme enormi.

Un’auto con un peso contenuto ha un minor impatto sull’usura dei componenti meccanici. Le gomme si consumano di meno, l’impianto frenante, le sospensioni soffrono di meno. Essendo più leggero il veicolo necessita di meno energia (tradotto, carburante) per accelerare, e ha bisogno di meno attrito (tradotto, pasticche dei freni) per fermarsi.

Ora, io non dico che dobbiamo necessariamente acquistare auto piccole e leggere, c’è chi ha l’esigenza di avere potere di carico, ma se non si viaggia mai, se si percorre sempre la stessa strada per il lavoro, magari nemmeno con limite a 130 Km perché non si fa autostrada, e il bagaglio si limita a una borsa con dentro il computer e una borsa con dentro il pranzo, è inutile procurarsi un Renegade, un Land Rover, e compagnia cantante. Se non ti serve spazio nell’abitacolo, acquista un veicolo piccolo. Ne gioverà il tuo portafogli.

Tornando a parlare della Taft, quest’auto ha tutto. Ha i portabicchieri / bottiglia posizionati appena avanti agli erogatori dell’aria. Non stiamo parlando di un cassettino che se ci metti una roba un po’ più pesante questo rischia di rompersi. Stiamo parlando di una struttura fissa, solida, in grado di contenere anche i recipienti più pesanti. Se fa caldo, ci piazzi la tua bottiglietta d’acqua e grazie all’aria condizionata questa resta fresca.

Ha un’immensa mensola avanti al posto del passeggero anteriore in grado di contenere praticamente qualsiasi cosa, anche la borsa della morosetta che altrimenti andrebbe messa a terra, di fianco ai piedi.

Cambio automatico, la possibilità di configurarla con trazione integrale, quadrante analogico / digitale, finestrini elettrici, tutti i comandi separati dal sistema multimediale (se hai la navigazione avviata non devi uscire per configurare il clima), vari alloggi per bottiglie e oggetti vari, bagagliaio con mensola 2 livelli, la possibilità di abbattere i sedili dal bagagliaio, senza necessariamente dover aprire le portiere posteriori per abbatterli dalla seduta.

Ruote piccole. RUOTE PICCOLE. Saranno delle 14”, ad occhio? Ruote piccole significa spesa ridicola per un cambio gomme. Il motore eroga 52 o 64 cavalli, a seconda della versione, quindi un bollo quasi pari a quello di uno scooter.

Quest’auto deve farci pensare, signori miei. Perché per un’auto del 2020 io pago 230 euro di bollo l’anno per un motore da 1200 cc, un motore che erogherà si 110 cavalli, ma sparato a 5000 giri, quindi io pago una tassa esagerata per una potenza che se voglio scatenare devo pagare anche con un sovraconsumo di carburante.

Personalmente, non avessi la moto, opterei sicuramente per questo tipo di veicoli come macchina mia personale (non quella familiare), da usare tutti i giorni. Queste sono auto intelligenti. Queste sono auto ecologiche. Non le Audi Q8 che nonostante il peso di 2,3 tonnellate e 600 cavalli vengono categorizzate come euro 6.